Riuscita iniziativa di Italia Nostra e CGIL sul parco. E intanto parte la mobilitazione per il 16 settembre e il 14 ottobre.

Lunedì 4 settembre, promossa da Italia Nostra e CGIL e coordinata da Silvio Bertoldi, si è tenuta presso la libreria Lungomare di Viareggio un’iniziativa dal titolo “Taglio e Cemento” che aveva come centro della discussione la difesa del parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli. l’iniziativa molto partecipata, è stata volutamente messa nella data del secondo anniversario della grande manifestazione per la difesa della Lecciona contro il progetto scellerato dell’amministrazione di farvi passare all’interno la ciclovia tirrenica. I movimenti per il momento cantano vittoria perché sia la regione, sia il parco hanno stoppato l’idea dell’amministrazione comunale. Il parco rimane, tuttavia, sotto attacco visto i continui tagli e soprattutto per il folle progetto dell’ Asse di pentrazione. Sono intervenuto anche gli ex presidenti del parco Fabrizio Manfredi e Giovanni Maffei Cardellini Importante è stata la presa di posizione della CGIL che per voce di Paolo Puccinelli, responsabile di Viareggio, ha detto ched l’asse di penetrazione non serve a creare più posti di lavoro e che, quindi, il ricatto del lavoro su cui vuole giocare confindustria è un’arma spuntata. Numerosi gli interventi che si sono sussguiti. Presenti anche realtà pisane come il comitato per la difesa di Coltano e la Città ecologica APS Pisa.

Antonella Serafini, Cluadiio Grandi e Marco Mangeruca del Coordinamento “No Asse” hanno infine ribadito che la mobilitazione deve continuare. Sono stati, infatti, annunciati due nuovi appunatmenti: il 16 settembre ci sarà una assemblea pubblica in Piazza Margherita che sarà propedeutica per la mobilitazione del 14 ottobre.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto + = 12