Alcune considerazioni Di Filippo Antonini sulla sicurezza e la sorveglianza del mare alla Lecciona.

“In merito al fatto che sia stata stipulata una convenzione tra il Comune di Viareggio ed i Vigili del Fuoco per garantire la sorveglianza alla Lecciona, me ne rallegro.

Tuttavia, nessuno vuole mettere in dubbio l’impegno del PD locale e del Gruppo Consiliare, ma quando si parla di “lunga battaglia”, il pensiero non può che andare che a quell’estate del 2015 e alle numerose denunce e lotte fatte -al riguardo- nei mesi ed anni successivi.

Pertanto, il pensiero va ai “bagnini della Lecciona”, capitanati da Nicola Gallione, i quali nonostante il fatto che avessero perso il posto di lavoro continuarono a rivendicare la sicurezza per i bagnanti; a Repubblica Viareggina che denunciò per prima la questione e sensibilizzò in tal senso e alla straordinaria opera di volontariato, posta in essere da Emiliano Favilla, con il supporto dell’ associazione “Salvamento Genova” e di alcuni bagnini disoccupati che garantirono la sicurezza nell’estate 2015 alla Lecciona.

Questa, come su altre questioni, fu -a Viareggio- una piccola stagione di lotte che vide come protagonisti la passione, la vivacità, la freschezza ed il senso civico. 

Forse un’altra occasione persa!”

Filippo Antonini

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ tre = 6