Flash mob di Rylab al presidio di Italia Cuba a Marina di Pietrasanta contro il genocidio di Gaza e il blocco a Cuba.

Il circolo Che Guevara di Pietrasanta dell’associazione di amicizia Italia Cuba è sceso nuovamente in piazza per dire di no al genocidio a Gaza e dire dino all’embargo contro Cuba. Sabato 30 marzo, a Marina di Pietrasanta in occasione del mercato, si è svolto un volantinaggio e un presisidio a cui hanno dato l’adesione diverse forze politiche e sociali. Microfono aperto per informare contro le mistificazioni e le omissioni dell’informazione ufficiale. A tal proposito è vergognoso il servizio contro Cuba realizzato dal TG1. Un servizio nel quale si parla della crisi economica dell’isola caraibica senza minimamente citare il criminale blocco delle merci imposto in modo arbitrario dagli USA. Numerose persone hanno preso il volantino e fatto domande. Il momento più toccante da un punto di vista emotivo è stato quando Rylab, laboratorio sperimentale di danza contemporanea diretto dalla danzatrice professionista Eleonora Di Vita, ha messo in scena il flash mob “Sound of silence.” Uno modo molto intenso per gridare stop al genocidio a Gaza.

La popolazione di Gaza è vittima della violenza sionista cosi come quella cubana è vittima di un embargo imposto dagli USA. USA e Israele continuano ad essere nemici di tanti popoli e una minaccia alla pace mondiale.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sei − = 4