Camminata e presidio in difesa della sanità pubblica a Lido di Camaiore.

Dopo la biciclettata della settimana scorsa è arrivata, domenica 26 maggio, la camminata per la sanità, sempre promossa del Comitato Sanità Pubblica della Versilia e Massa Carrara. Sono partiti dal Bagno Cavalluccio sulla passeggiata a mare del Lido di Camaior e si sono fermati al pontile. Qui si è svolto un presidio con striscioni, cartelloni e una finta bara a voler rappresentare cosa può accadere con liste d’attesa troppo lunghe, E’ stato distribuito un volantino e sono stati fatti interventi con il megafono. I tagli alla sanità hanno portato a far si che in Versilia ci sia una sola guardia medica, quando la legge ne dovrebbe prevedere una ogni 100.000 abitanti. L’automedica non è più presente nel comune di Camaiore. L’Istituto Tumori Toscano, che coordinava esami e visite di controllo periodiche dei malati oncologici, non svolge più il servizio e le prestazioni devono essere prenotate dai pazienti. A preoccupare, però, più di tutto sono le liste di attesa per viite che sono divenute lunghissime. Appare evidente, da parte di chi governa, il tentativo di spingere i pazienti a ricorrere al privato per favorire il profitto dei soliti noti. C’è un continuo lavorio di smantellamento di un diritto che dovrebbe essere garantito e tutelato dalla nostra carta costituzionale.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


2 + = tre