Qualcuno forse rema contro l’assessore al sociale di Viareggio?


La giunta Betti, insediata da poco, si trova già in difficoltà. Le giuste osservazioni che il circolo di Viareggio di SEL muove all’assessore allo sport e al bilancio del PD, Alessandro Caprili, sulla inopportunità di costruzione di un nuovo stadio sono solo un antipasto di quanto ci aspetta. Il PD, per i poteri forti che rappresenta in città, vorrà imporre le proprie scelte. Alla “sinistra radicale” attende un compito, quindi, molto difficile se vuole provare a incidere nelle scelte. Divisa e litigiosa dubitiamo che sappia esserne all’altezza. La riprova di quanto affermiamo l’abbiamo anche dal niet che il prefetto ha espresso all’assessore al sociale Roberto Rossetti, che coerentemente con quanto promesso aveva chiesto la proroga degli sfratti per tutto il periodo estivo. Il compito dell’assessore Rossetti diventa adesso più complicato di quanto già non lo fosse. Nominato assessore da Betti sembra non avere dietro tutto il suo partito. Le divisioni dentro la Federazione della Sinistra non sono un mistero. La rottura tra il circolo Manfredini e il circolo Caracol si erano già consumate da tempo con il primo per l’alleanza a tutti i costi con il PD e il secondo contrario. Ma la nomina di Rossetti come assessore sembra avere creato dei forti mal di pancia all’interno dello stesso circolo Manfredini. Un membro del direttivo s’è dimesso subito dopo la nomina. La consigliera comunale e provinciale dei comunisti italiani, Isaliana Lazzerini, intanto continua ad esternare in modo scomposto sulla questione casa e sulle associazioni facendo dedurre che forse ambiva lei a quell’incarico? Quello che, però, sembra essere più sconcertante sono le presunte dichiarazioni del segretario federale di Rifondazione Comunista, Mario Navari. Il signor Navari avrebbe dichiarato ad alcuni militanti che l’assessore Rossetti sta sbagliando a trattare con l’Unione Inquilini e che lui al suo posto non lo avrebbe fatto. Del resto non è un mistero che Navari abbia intenzione di sfrattare l’Unione Inquilini dalla sede di Rifondazione Comunista al Varignano. Ma a muoversi contro Roberto Rossetti potrebbero essere anche in altri nella Federazione della Sinistra. Non ci meraviglieremmo, se qualcuno nel suo partito, auspicasse subdolamente le sue dimissioni da un ruolo giudicato scomodo. L’assessorato al sociale ad un altro partito della coalizione di centrosinista libererebbe, seguendo il manuale Cencelli, un posto per la Federazione della Sinistra in qualche presidenza di partecipata o fondazione. E non è un mistero che qualcuno nel PRC ambisca alla presidenza della Fondazione Carnevale. Purtroppo la politica della Federazione della Sinistra, ovvero l’unità dei Comunisti Italiani alla corrente “stalinista” dei Grassiani del PRC, è tutta improntata a calcoli di poltrone e a guerre intestine piuttosto che a risolvere i problemi reali delle popolazioni meno abbienti. Il prossimo congresso nazionale del PRC, previsto per la fine dell’anno, rientra appieno in questa resa dei conti. A rischiare, del resto, non è solo Rossetti a Viareggio ma anche Ferrero a Roma. Esternazioni contro il segretario nazionale del PRC, Paolo Ferrero, si sono levate in più di una circostanza da parte di vari dirigenti locali. A prescindere da quello che succederà in Rifondazione Comunista o nell’inesistente Federazione della Sinistra, disciolta a livello nazionale il 3 novembre 2012, ci auguriamo che l’assessore Rossetti riesca a lavorare in modo deciso e sereno per provare a risolvere il drammatico problema dell’emergenza abitativa e che non si arrenda alle prime difficoltà. Sicuramente Unione Inquilini, Brigata Sociale Antisfratti e le altre realtà politiche e sociali che intervengono da sempre al fianco dei senza casa faranno la loro parte e si muoveranno in autonomia e lontani da qualsiasi sotterfugio di palazzo.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− 2 = quattro