I cambiamenti climatici si combattono piantando alberi e non asfaltando i parchi. Successo per la cena al Dada Boom.

I cinque anni dell’Officina Dada Boom sono stati festeggiati, non incensandosi ma, mettendo a disposizione lo spazio di via Minghetti per una importante lotta ambientale, come quella della difesa della pineta.

Dopo il successo della manifestazione della mattina contro i cambiamenti climatici c’è chi ipocritamente è tornato a sostenere TAV, inceneritori e assi di penetrazione e chi con coerenza ha deciso di lanciare il progetto della piantumazione di nuovi alberi. Il comitato della salvezza della pineta assieme all’Officina d’arte fotografica e contemporanea “Dada Boom” hanno promosso una cena di autofinanziamento e un asta di beneficenza dove molti artisti hanno donato diverse opere. Alla fine della serata sono stati raccolti più di 700 euro che saranno destinati all’acquisto di piante. La serata è stata importante anche per rilanciare l’appuntamento del Museo Popolare della Pineta che riaprirà prima dell’estate con grandi novità.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


7 + cinque =