Repubblica Viareggina: “Ancora insulti leghisti ai magistrati. Vorremmo sapere a che punto stanno le indagini per chi minacciò Boragine.”

Ci risiamo, i fan di Matteo Salvini sui social network tornano ad insultare la magistratura, un’ eredità lasciata loro dal caimano e dai berluscones. Tornano a farlo pochi giorni dopo che avevano invocato la sacralità delle leggi italiane e il rispetto assoluto per il giudice che aveva deciso di arrestare la comandante della Sea Watch, la quale ha portato in salvo una quarantina di naufraghi. Non ci meravigliamo del fatto che in pochi giorni i leghisti cambino atteggiamento, del resto, la coerenza non è mai stato il loro forte. Pensiamo, tuttavia, che chi insulta un GIP deve assumersi le proprie responsabilità e non può pensare di rimanere impunito. Ricordiamo che anche dopo l’assoluzione, dello scorso dicembre, ai 27 imputati che contestarono Matteo Salvini nel maggio 2015 a Viareggio, i social si riempirono di insulti e addirittura di minacce contro il giudice che emise la sentenza di assoluzione piena, perché il fatto non sussisteva reato. Qualcuno, in quell’occasione, invitò, persino, a lanciare sassi al giudice a cui fu giustamente assegnata una scorta. Ci piacerebbe sapere, come cittadini, a che punto sono quelle indagini. Ci auguriamo che chi ha insultato e minacciato il giudice Boragine così come chi ha minacciato e insultati il GIP che ha rimesso in libertà Carola non la passi liscia. Questi signori che alimentano odio e che alle volte si spingono persino ad augurare cose odiose e criminali come lo stupro sono un serio problema per il futuro del nostro paese. Come Repubblica Viareggina saremo vigili sulla questione. Ci auguriamo che i media, la società civile e le forze politiche antifasciste facciano altrettanto. E’ paradossale che i forcaioli e i giustizialisti, ogni volta che sbagliano e ciò capita sempre più spesso, si ritengano al di sopra della legge. Che sia questa la riforma della giustizia che invoca il signor Matteo Salvini?

Repubblica Viareggina

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 5 = tredici