Decreto penale di condanna a La Spezia per una performace artistica contro il militarismo. Il Collettivo “Dada Boom” non ci sta.

Se toccano uno, toccano tutte e tutti! Solidarietà ad Alessandrone!

È con simpatico sconcerto che apprendiamo la notizia del decreto penale di condanna ai danni del nostro compagno Alessandrone, di 3 mesi di carcere commutati in 3357 euro, si legge “per aver imbrattato la parete del CAMeC scrivendo col proprio sangue -dopo essersi appositamente tagliato con un cutter- “DEMILITARIZZARE LA SPEZIA” Un altro uovo d’oro, e come nella miglior tradizione del premio il decreto è pieno di errori da sbirraglia! Non solo, è una condanna che sembra voler mettere una pietra sopra la libertà di espressione, sembra voler dire agli arti artistx (agli artivistx e a tuttx noi) che certe cose non si possono fare, non si possono dire né manifestare… cosi che nessuno le penserà nemmeno piu. In quanti pensiamo di poter davvero DEMILITARIZZARE IL MONDO? …mentre l’Italia spedisce armi per la guerra al centro dell’Europa e taglia fondi alla sanità, al sociale e alla cultura. Di questo si tratta e non di imbrattamento. La performance per cui condannano Alessandrone, “Ogiugno Oluglio”, nasce infatti dell’urgenza di ribadire con qualunque mezzo necessario il contenuto della performance “Omaggio Ogiugno” di tutti noi reodadaistx che veniva censurato dal CAMeC e dal Comune di La Spezia già dal giorno dopo, e successivamente oscurato all’informazione dalle curatrici della mostra Liberare Arte da Artisti – Giacomo Verde artivista. Mostra che ha tradito la memoria di Giacomo, selezionando ciò che di lui e del suo modo di fare arte risultava comodo e comprensibile e escludendo il resto. Con noi hanno avuto vita facile, trincerandosi dietro alle istituzioni e alle repressione e ci hanno espulsi, con tutto il resto dell’artivismo di giac l’oscurantismo è stato e sarà più complesso. Solidali e complici con il nostro compagno Alessandrone e non un passo in dietro nella lotta alla censura, per la libertà di espressione e nell’idea di demilitarizzare il mondo! Anche, a Viareggio, è stato importante schierasi contro la presenza della banda della NATO al Carnevale, con un presidio a colpi di coriandoli e musica perché non si normalizzi la cultura e la spettacolarizzazione della guerra!

#reodada #artivism #demilitarizzarelaspezia #demilitarizzareilmondo #nobasiblu #liberareartedaartistisp #murativivi #mitilanti #collettivosuperazione #giacomoverde

Collettivo “Dada Boom”

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


uno × = 2