La rete Liberare TuttƏ nel quarto anniversario della strage carceraria di Modena ha appeso striscioni in varie città italiane.

Come rete nazionale “Liberare Tuttə” abbiamo preparato degli striscioni – a Napoli, Pozzuoli, Roma, Teramo, Viareggio, Bologna, Modena, Milano – a 4 anni dalla strage avvenuta nel carcere di Sant’Anna di Modena.

Sono passati 4 anni da quel maledetto 8 marzo, in cui, a seguito delle rivolte scoppiate nelle carceri di tutto il paese, hanno perso la vita 14 persone.

Modena è diventata il tragico simbolo di quella strage, poichè di quelle 14 vittime, 9 erano detenute nel carcere Sant’Anna.

In questo paese di carcere si è sempre parlato troppo poco, ma i tragici avvenimenti, a partire dalla strage dell’8 marzo, passando per il terrificante numero di suicidi del 2022 che non accenna a rallentare, fino alla lotta di Alfredo Cospito contro quel dispositivo di tortura che è il 41bis, hanno finalmente imposto una riflessione collettiva sui luoghi di detenzione.

Il carcere tocca chiunque: da chi non arriva a fine mese fino a chi lotta per una società migliore.

E’ giunto il momento di pretendere lo smantellamento di un sistema che genera morte:

– per avere verità e giustizia sulle morti in carcere, delle rivolte e non solo

– per denunciare le condizioni delle carceri

– per l’abolizione dell’ergastolo e del 41bis

– per fermare l’uso creativo della legge al fine di punire dissenso e lotte sociali

PER UN MONDO SENZA CARCERE

LIBERARE TUTTƏ!

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


nove − 8 =