Volantinaggio di varie realtà sociali e politiche contro Giorgia Meloni e Giorgio Del Ghingaro al mercato di Viareggio.

Pubblichiamo qui sotto il testo del volantino distribuito al mercato venerdì 26 aprile in oltre 200 copie da varie realtà politiche e sociali

Il diritto all’abitare, alla salute e al lavoro sono messi sotto attacco dalle politiche del governo Meloni e da amministrazioni locali, come quella di Giorgio Del Ghingaro.

Il saldarsi delle politiche neoliberiste a quelle di guerra portano inevitabilmente ad un peggioramento delle condizioni di vita delle classi subalterne.

Il governo di Giorgia Meloni ha tagliato fondi sulla sanità pubblica, ha cancellato il contributo affitto e il reddito di cittadinanza. Ha investito, invece, nel riarmo. Soldi che potevano essere destinati all’edilizia popolare, alla sanità o all’istruzione vanno per finanziare guerre.

Altri soldi pubblici vengono buttati in opere dannose per l’ambiente come il TAV e il Ponte sullo stretto, che fa godere la mafia.

Sul piano locale, le cose non vanno molto diversamente. L’amministrazione di Giorgio Del Ghingaro, sempre più spostata a destra, nega le residenze fittizie a chi ne ha bisogno, svende il patrimonio pubblico, vedi le case dell’ex Tabarracci, e progetta opere dannose, per l’ambiente, come l’asse di penetrazione che devasterebbe il parco.

A Viareggio vengono murate case. L’ERP avrebbe quasi un centinaio di immobili che per vari motivi non assegna. Tra sgomberi e sfratti l’emergenza abitativa è destinata ad aumentare.

A versare in pessime condizioni è anche la sanità locale con tempi troppo lunghi per la diagnostica. Una pneumologica programmata al Versilia può richiedere 277 giorni, praticamente oltre nove mesi di attesa. E tempi lunghi, che si aggirano tra i sei e i sette mesi, anche per un intervento ortopedico.

Se il diritto all’abitare e quello alla salute sono violentemente sotto attacco che dire del diritto al lavoro? L’altra guerra. Non passa giorno, nel nostro paese, dove non vi sia un morto. Nel 2023 in Toscana le vittime sono sono state 51 più di 4 al mese e questa regione è sotto la media nazionale.

Purtroppo anche la Versilia non è esente da lutti sul lavoro in particolar modo nel settore del lapideo. Ma sono le condizioni generali dei lavoratori, specie quelli più giovani, che preoccupano. Oltre alla mancanza di sicurezza, c’è uno sfruttamento generalizzato nel lavoro stagionale con la piaga del lavoro nero nero e del lavoro grigio. Siamo nel litorale degli schiavi. Siamo nel litorale dove le Santanché di turno si arricchiscono sulle spalle di chi fa turni impossibili alle volte senza avere nemmeno il giorno libero.

La logica è sempre la medesima: quella di favorire il profitto di pochi a danno del bene collettivo. Chi dissente viene criminalizzato e pesantemente represso.

A tutto questo dobbiamo opporsi ripartendo dalle lotte dal basso. Per questo motivo invitiamo tutte e tutti a partecipare all’assemblea di domenica 28 aprile alle ore 17.30 presso le case occupate della stazione dove alcune famiglie con minori e un malato oncologico rischiano di essere buttati in mezzo alla strada perché FS ha chiesto per maggio l’intervento della forza pubblica. Conosciamo bene i dirigenti delle ferrovie e le politiche che portano avanti: tagli. Licenziamenti e smantellamento dei servizi. Non possiamo e non vogliamo dimenticare la strage ferroviaria di Viareggio che è costata la vita a 32 persone innocenti. In nome del profitto hanno tagliato sulla sicurezza. Non dimentichiamo che l’ex A.D. Mauro Moretti pluri condannato dalla magistratura è ancora in libertà e gode ancora del titolo di cavaliere del lavoro.

Per riaffermare certi diritti bisogna riprendere a lottare perché solo con la lotta si può difendere quel poco che abbiamo e solo con la lotta possiamo conquistare un mondo intero che c’è negato dai capitalisti e dai loro servili politicanti.

La Resistenza non è solo il 25 aprile ma tutti i giorni!

Insorgiamo Viareggio, Cantiere Sociale Versiliese, Collettivo “Dada Boom”, Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare, AS.I.A. USB, Repubblica Viareggina, Potere al Popolo Versilia

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


2 + = otto