Per USB l’incidente sul lavoro al teatro del festival pucciniano non è fatalità.

AppleMark

Il grave incidente sul lavoro accaduto ieri durante uno scarico di materiale scenico presso il Teatro Puccini di Torre del Lago non va considerato come una tragica fatalità. Purtroppo, al di là delle indagini e dell’individuazione dei responsabili, nel nostro paese e nel nostro territorio gli incidenti anche mortali sono in aumento. Tutto ciò non è un caso. È frutto del peggioramento delle condizioni di lavoro, della precarietà e dell’assenza dei dovuti controlli e sanzioni.
Prima di tutto vogliamo esprimere la nostra vicinanza ai lavoratori e a tutte le maestranze del teatro. La dinamica dei fatti è ovviamente ancora da chiarire ma sembra che il carico non fosse direttamente fissato al mezzo. Ci auguriamo che la Fondazione, se questa ipotesi fosse confermata, prenda immediatamente provvedimenti. Servono maggiori controlli sulle società esterne, è necessario che i lavoratori siano messi nelle condizioni di rifiutarsi di svolgere le proprie mansioni nel caso in cui le condizioni di sicurezza non siano adeguate.
Affronteremo anche questi temi, nei tavoli sindacali previsti nei prossimi giorni con la dirigenza della Fondazione. Il tema della sicurezza così come quelli legati al salario e alle condizioni di lavoro all’interno del festival che negli ultimi anni hanno subito un peggioramento a fronte anche del vertiginoso aumento dei costi e dell’inflazione. Aumenti che hanno colpito in particolar modo il personale stagionale e i tecnici.

USB lavoratrici e lavoratori dei teatri

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


8 − = uno