Presentazione alla GAMC di “Romanzo per la mano di sinistra”

Sabato 8 luglio alle ore 21,30 presso la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea ‘Lorenzo Viani’ (sala Pieraccini) – P.za Mazzini, Viareggio si terrà la presentazione del libro: “Romanzo per la mano sinistra” di Giancarlo Micheli edito da Manni nel 2017 Interverranno Daniele Luti e l’Autore Giancarlo micheli le letture del brano del romanzo saranno a cura di Iacopo Vettori e Paola Lazzari.

Hanno scritto del romanzo:

Uno sguardo indietro al Novecento, pieno di eventi cruciali, ripercorsi nelle loro contraddizioni, illuminati da un punto di vista di una sinistra che non rinuncia alle sue tradizioni e ai suoi grandi modelli novecenteschi.”

Giulio Ferroni

dalla quarta di copertina del volume

Romanzo per la mano sinistra è un testo ammirevole per la determinazione, davvero massimalistica in tempi di desolante minimalismo, con la quale l’autore ha deciso di confrontarsi con temi che è riduttivo definire alti. […] Allo spirito del tempo, in realtà, Micheli giustamente non concede nulla e si muove per sentieri impervi e antifrastici, meritando l’attenzione dei lettori capaci di coglierne il senso vero.

Franco Contorbia

in Literary.it (n.6/2017)

Ciascuna porzione minimale trasporta i segni delle tante storie che confluiscono in un intreccio di verità e invenzione dagli effetti sapienziali.”

Carmen De Stasio

in Sulla letteratura (On literary), Cultura e Prospettive (n.34, gennaio-marzo 2017) e La battana (n. 204, luglio 2017)

È un romanzo modernista. Ma ne contiene in seno il suo superamento. […] Ed il superamento sta nella stessa intuizione di Kraus. Se Gli ultimi giorni dell’Umanità sono irrappresentabili come pièce teatrale, il romanzo di Micheli è inenarrabile.”

Pasquale Vitagliano

in Il Ponte – rivista di politica economia e cultura fondata da Piero Calamandrei (Anno LXXIII, n.3, marzo 2017)

In una scena di non comune genio […] da introvabili l’uno per l’altra (l’erranza ebraica è ora diventata coatta e al di là di ogni idea di diaspora), Stefan e Ada, dopo essersi perduti si ritrovano a un crocevia di destino.”

Neil Novello

in Rivista di Studi Italiani (Anno XXXV, n.1, aprile 2017)

Un dono insperato, oggi, questo libro. Servirsene in modi utili non solo a noi, che abitiamo il presente, ma anche alle generazioni future è la sfida, insieme alta e abrasiva ma da raccogliere senz’altro, che l’Autore lancia ai Lettori.”

Luciano Luciani

in LibereRecensioni e Camicia rossa (n.1, 2017)

Storia, ideologia, verità della vita, personalità e umili esistenze, passioni e speranze, assieme al magistero della filologia, convivono in questo unicum che può essere considerato davvero un potente antidoto contro il veleno della sciatteria e della mortificazione del lettore.”

Daniele Luti

in IlGrandevetro (Anno XLI, n.231, primavera 2017)

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× uno = 4