Terzo anno del pride dei/delle GC a Viareggio

In tutta Italia si stanno svolgendo i pride. Domenica 11 giugno, promossa dai/dalle Giovani Comunist°, anche a Viareggio c’è stata questa sfilata. Vi hanno partecipato almeno duecento persone per lo più giovani e giovanissimi che hanno ballato e cantato. Numerosi gli interventi a favore delle lotte del mondo LGBTQIA+

La parola chiave per i Giovani Comunist* è stata interseziomalità. Infatti dicono:

“L’intersezionalità è il pilastro della lotta contro le discriminazioni sulla base dell’orientamento sessuale, l’identità di genere, il colore della pelle, la disabilità e la classe sociale. Le discriminazioni che ogni persona vive sono direttamente collegabili tra di loro e reciproche, per questo vanno analizzate insieme, anche nella lotta. Vogliamo che la nostra lotta di liberazione sia vista come parte integrante di tante altre lotte e che sia critica verso quel sistema capitalista che devasta il pianeta, le nostre vite, i corpi di tuttə. Vogliamo costruire un Pride libero dal peso consumista di un capitalismo che traduce la nostra lotta in marketing. Non siamo soddisfatti dalla presenza impattante di soggetti che fanno rainbow-washing, cioè utilizzano i temi LGBTQIA+ per profitto e che nel loro agire quotidiano riproducono violenze e sfruttamento: le multinazionali, le ambasciate di paesi potenti ecc.”

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sette − 6 =