Indagati per un volantinaggio davanti ad un supermercato a Pietrasanta. Pronti a nuove mobilitazioni.

Repressione, Guerra e Caro vita non ci fermeranno! Solidarietà agli indagati per avere manifestato davanti alla CONAD di Pietrasanta

Un forte vento repressivo soffia su tutto il paese. Le manganellate agli studenti che manifestavano per la Palestina, la vergognosa legge anti-rave e le tante denunce contro il movimento di lotta per la case sono solo alcuni degli esempi più lampanti. E’ partendo da questo contesto che leggiamo le indagini contro i compagni che a Pietrasanta sono scesi in piazza contro il caro vita. Lo scorso 27 ottobre una decina di compagne e compagni hanno volantinato davanti alla Conad di Pietrasanta. Il tutto si è svolto in modo pacifico e tranquillo ma questo non ha impedito ai carabinieri di prendere i documenti ad alcuni di loro e far partire una ridicola indagine per iniziativa non autorizzata. Si tratta di reati risalenti al TULPS, che di fatto molte volte non vengono contestati dalla magistratura ai manifestanti. Il testo unico delle leggi di pubblica sicurezza abbreviato con l’acronimo TULPS), nell’ordinamento giuridico italiano, è una legge emanata con regio decreto il 6 maggio 1940 dal governo fascista che si stava apprestando ad entrare in guerra.

Le indagini contro chi protestava per il caro prezzi dei beni di prima necessità oltre ad essere un atto repressivo sono un stupido atto burocratico con costi per l’intera comunità.

Evidentemente denunciare le politiche impopolari e affamatrici del governo Meloni non fa piacere né alla destra né all’arma dei carabinieri.

Evidentemente con l’avvicinarsi di tempi di guerra quelle anacronistiche leggi tornano ancora comodo a chi vuole opprimere il popolo.

Ci vorrà ben altro, però, per intimidire le compagne e i compagni che lottano con con coerenza contro questa destra reazionaria e guerrafondaia.

Continueremo a denunciare le scellerate scelte economiche di questo governo, che favorisce la grande evasione e che colpisce i lavoratori, che spende in armamenti e taglia sulla sanità. Ci batteremo, anche, contro la repressione e il vile tentativo di metterci il bavaglio. .

Riprendiamoci quello che è nostro. Combattiamo il governo di guerra di Giorgia Meloni”

Brigata Contro il Caro Vita

USB Massa

Associazione Amicizia Italia Cuba circolo di Pietrasanta

Potere al Popolo Versilia

Cantiere Sociale Versiliese

Collettivo “Dada Boom”

Fronte della Gioventù Comunista Versilia

AS.I.A. Viareggio

Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare

Insorgiamo Viareggio

Partito Comunista dei Lavoratori sezione Lucca Versilia

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


5 − quattro =