Per Repubblica Viareggina il percorso partecipativo non è quello di Giorgio Del Ghingaro.

“Giorgio Del Ghingaro si fa bello parlando di processo partecipativo in merito al nuovo piano strutturale. La realtà è ben diversa. C’è una legge regionale alla quale deve attenersi.

Questa amministrazione fa solo il minimo sindacale.

Per noi la partecipazione non può limitarsi a qualche questionario astruso. Servirebbero assemblee in ogni quartiere dove la cittadinanza sia realmente protagonista. Chi banna dai propri social, chi rifiuta il dialogo con i sindacati e le associazioni non è credibile quando parla di partecipazione.

Questa amministrazione ha reso questa città sempre meno verde attraverso un abbattimento sistematico degli alberi. Viareggio è diventato, inoltre, un cantiere aperto, con lavori iniziati ovunque che in molti casi finiranno oltre i tempi prestabiliti.

Siamo preoccupati perché l’amministrazione corre spedita verso la realizzazione dello scellerato progetto dell’asse di penetrazione. Una vera e propria minaccia per il futuro del parco.

Siamo preoccupati perché questa amministrazione non ha alcuna intenzione di dare risposte al dramma dell’emergenza abitativa. Ci chiediamo cosa abbia fatto l’assessora Sara Grilli per i tanti sfrattati in città?

Come Repubblica Viareggina ribadiamo, quindi, il nostro giudizio profondamente negativo verso questa amministrazione.”

Repubblica Viareggina

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

One Response to Per Repubblica Viareggina il percorso partecipativo non è quello di Giorgio Del Ghingaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× sette = 21